Discomfort oculare in età pediatrica: cause e nuovi approcci terapeutici

39

La superficie oculare del bambino è sempre più esposta ad agenti che possono danneggiarne la funzionalità ed alterare la stabilità del film lacrimale. Infatti, i fattori di rischio, identificati come cause del disturbo sono in rapido aumento anche tra i bambini: un sempre maggiore uso dello smartphone e del tablet, l’inquinamento atmosferico, vivere in ambienti con poca umidità o eccessivamente secchi o riscaldati, l’eccessiva esposizione a vento e sole. A questi possono aggiungersi trattamenti farmacologici quale l’uso stagionale o cronico di farmaci per il trattamento delle allergie. Si tratta di un problema emergente e che sta diventando sempre più un problema di salute pubblica. Secondo l’estrapolazione statistica di alcuni studi, in Italia potrebbero soffrirne oltre 500.000 bambini pari a circa il 6,6% della popolazione pediatrica. (1)

La problematica è forse ancora sottostimata, in quanto i bambini tendono ad essere meno specifici nel descrivere i loro sintomi oculari, rendendo così il loro disagio meno percepibile. Alcune caratteristiche dell’anatomo-fisio-patologia della superficie oculare pediatrica, la difficoltà legata alla valutazione e all'interpretazione dei sintomi, la carenza di strategie diagnostiche convalidate, hanno limitato molto la comprensione di questa problematica che forse è più trascurata che rara (3).

Le minori segnalazioni di discomfort a carico del sistema della superficie oculare, nella popolazione pediatrica rispetto all’adulto, possono essere dovute ad una minore capacità di verbalizzare i loro sintomi (2). Questo perché i bambini devono ancora raggiungere una maturità di relazione con la sintomatologia paragonabile agli adulti.

Comprendere la variazione dai normali parametri e marcatori dell’omeostasi nei bambini è importante per migliorare la capacità di diagnosticare, poiché la maggior parte dei valori accettati come normali si basano su risultati degli studi negli adulti. Allergie oculari e alterazioni o discomfort della superficie oculare sono diverse entità cliniche, ma le loro manifestazioni possono includere segni e sintomi parzialmente sovrapposti.

Le allergie possono essere un fattore di rischio (3): in particolare le forme, anche gravi, possono avere un impatto sulla instabilità del film lacrimale, sull’osmolarità, sull’infiammazione e danno della superficie oculare e persino sulle anomalie neurosensoriali. Questi sono i fattori di innesco riconosciuti del circolo vizioso delle forme di danno al sistema superficie oculare anche dell’adulto.

Gli obiettivi terapeutici e di gestione di queste forme di disturbo o alterazione della superficie oculare sono comuni: consultare l’oculista o il pediatra, rimuovere le eventuali cause ambientali, evitare i rimedi naturali o di autoprescrizione e colliri con conservanti.

Può essere utile l’impiego di formulazioni che aiutino a modulare l’infiammazione con una spiccata azione idrodinamica per favorire la diluizione dei fattori scatenanti. L’eventuale utilizzo di cortisonici o antistaminici potrebbe provocare uno stress sulla superficie oculare e sorgerebbe il bisogno di una successiva terapia ancillare per ristabilire l’equilibrio del film lacrimale.

Le formulazioni oftalmiche da impiegare nei bambini dovrebbero essere specifiche per l’uso pediatrico e dovrebbero riportare velocemente il sistema superficie oculare ad una condizione di omeostasi ed equilibrio, riducendo rapidamente la sintomatologia e ripristinando la normale composizione del film lacrimale, per favorire un processo di recupero che già di per sé è comunque più rapido che nell’adulto.

Dovrebbero essere utilizzate soluzioni oftalmiche, prive di conservanti, con un ridotto numero di somministrazioni per facilitare la compliance del bambino e favorire la somministrazione da parte dei genitori.

Bibliografia

  1. Moon JH, Kim KW, Moon NJ. Smartphone use is a risk factor for pediatric dry eye disease according to region and age: a case control study. BMC Ophthalmol. 2016 Oct 28;16(1):188.
  2. Ngozi Charity Chidi-Egboka, Nancy E. Briggs, Isabelle Jalbert, Blanka Golebiowski. The ocular surface in children: A review of current knowledge and meta-analysis of tear film stability and tear secretion in children. The Ocular Surface, Volume 17, Issue 1, January 2019, Pages 28-39.
  3. Villani E, Rabbiolo G,2, Nucci P Ocular allergy as a risk factor for dry eye in adults and children. Curr Opin Allergy Clin Immunol. 2018 Oct;18(5):398-403. doi: 10.1097