Miopia: i casi sono in continuo aumento

95
miopia

La miopia è un difetto refrattivo in cui i raggi luminosi vanno a fuoco davanti alla retina per un abnorme allungamento del bulbo oculare.

Ha raggiunto proporzioni epidemiche soprattutto in Asia orientale. Più dell'80% dei giovani asiatici, infatti, è miope, mentre negli USA lo è circa il 41%, ma in rapido aumento. In Italia tale disturbo oculare ha raggiunto tassi d'incidenza del 30% nei giovani tra i 25 e i 29 anni.

Eziopatogenesi della miopia 

L'eziopatogenesi della miopia è multifattoriale: non è un difetto refrattivo determinato solo geneticamente, ma sono divenute sempre più importanti le abitudini di vita ed alimentari.

L'aumento dell'incidenza della miopia, soprattutto in particolari aree geografiche, pone problemi dal punto di vista sociale, ma anche economico (occhiali, lac, procedure chirurgiche).

Una gran mole di ricerche su talune popolazioni dell'Asia orientale ci fa comprendere come ci sia una stretta correlazione tra i livelli decrescenti di esposizione alla luce esterna e l'aumento di miopia.

Se riusciremo a capire la fisiologia dell'accrescimento del bulbo oculare ci saranno buone opportunità di influenzare la catena di eventi che la controllano.

E' in questa direzione che si stanno orientando gli studi sulla miopia soprattutto in paesi come Singapore, Cina, Corea del Sud, Giappone dove massima è la prevalenza di soggetti con miopia. Ormai è diventata una sfida intellettuale per raggiungere tale  comprensione, in modo da affrontare le cause della miopia, piuttosto che limitarsi a correggerne i sintomi.

Le cause sono genetiche, sociali, ambientali, senza dimenticare  gli stili di vita.

Sotto accusa le innumerevoli ore che i bambini/ragazzi trascorrono davanti alla televisione, ai monitor e, più recentemente, ai cellulari e alle piattaforme per videogiochi.

Il ruolo della luce

Per contro sembra ormai chiaro che il tempo trascorso all'aperto protegga dallo sviluppo della miopia. In che modo?

La luce solare  stimola la produzione di dopamina nella retina. La dopamina è un neurotrasmettitore che inibisce la crescita del bulbo oculare.

Si intuisce come diventi fondamentale il numero di ore trascorse dai bambini all'aria aperta.

Inoltre la miosi indotta dalla luce dà migliori immagini con ottima risoluzione di quest'ultime sulla retina.

"Sono essenziali ulteriori progressi nello studio e nella comprensione della storia naturale della miopia patologica per giungere a trattamenti efficaci e mettere a punto serie misure preventive"

Abitudini sbagliate

Invece nella continua visione da vicino, in condizioni di scarsa luminanza, si ha un ritardo accomodativo che si  traduce in un allungamento del bulbo. Il bambino non riesce ad accomodare ed il bulbo si allunga per portare il fuoco sulla retina.

Sono indispensabili controlli oculistici periodici, poiché diviene fondamentale correggere perfettamente la miopia.

Importante è anche educare a stili di vita corretti come incentivare la vita all'aria aperta. Purtroppo molti genitori disattenti preferiscono figli silenziosi davanti ad un tablet o ad uno smartphone piuttosto che portarli in un parco a giocare.

E' inutile avere dieci decimi se si cresce guardando solo poco oltre la punta del naso e si diviene incapaci di allungare lo sguardo.

Oggi si deve tendere alla correzione totale della miopia, al miglioramento della luce durante l'attività per vicino, ad ottimizzare la postura e la distanza di focalizzazione, ad evitare lavoro intenso da vicino e soprattutto a trascorrere più tempo all'aria aperta.

Anche le abitudini alimentari giocano un ruolo importante. Alimenti ricchi di flavonoidi, procianidine, polifenoli, luteina, zeaxantina, vitamine A, E, C, betacarotene, estratti di mirtillo devono sempre essere presenti nella dieta soprattutto dei più piccoli.

Conclusioni

Nel 2050 metà della popolazione mondiale sarà miope.

Bisogna prepararsi a ad affrontare una popolazione adulta ad alto rischio di miopia patologica. Nonostante siano finora stati compiuti progressi significativi, l'importanza di chiarire ulteriormente il rapporto tra la miopia e l'ambiente è evidente.

Sono essenziali ulteriori progressi nello studio e nella comprensione della storia naturale della miopia patologica per giungere a trattamenti efficaci e mettere a punto serie misure preventive.

Virgolettati

 

"La luce solare  stimola la produzione di dopamina nella retina. La dopamina è un neurotrasmettitore che inibisce la crescita del bulbo oculare. Si intuisce come diventi fondamentale il numero di ore trascorse dai bambini all'aria aperta. Inoltre la miosi indotta dalla luce dà migliori immagini con ottima risoluzione di quest'ultime sulla retina"