Il Centro Italiano Occhio Secco (CIOS)

Il Centro Italiano Occhio Secco (CIOS) è la prima struttura moderna e attrezzata di specialisti e apparecchiature di diagnostica d’avanguardia in grado di affrontare quella che sta rivelandosi un’emergenza vera e propria, la sindrome dell’occhio secco.
Si tratta della prima struttura in Italia completamente dedicata alla cura e alla prevenzione di questa sindrome attraverso un approccio personalizzato e multidisciplinare.
La sindrome dell’occhio secco è infatti causata da diversi fattori, tra cui l’età avanzata, la menopausa, lo smog, alcuni farmaci, l’abuso di lenti a contatto, l’uso eccessivo di tablet e computer, il fumo. L’occhio secco può essere inoltre sintomo di altre patologie.
Per questo il CIOS dispone di un team di specialisti di diverse discipline, in grado di offrire una terapia completa ed efficace, tra cui oculisti, ginecologi, reumatologi, endocrinologi ed immunologi.

Il Metodo CIOS
Il Centro Italiano Occhio Secco si avvale di un approccio personalizzato, basato su un rapporto tra medico e paziente: partendo da un’analisi accurata della storia clinica della persona, il medico indaga e individua la causa principale del disturbo, proponendo una terapia ad hoc che non si esaurisce con la semplice prescrizione medica, stabilendo così una alleanza terapeutica efficace.
In primo piano c’è anche, e soprattutto, la prevenzione che si basa su reale formazione del paziente su come prevenire l’insorgenza dell’occhio secco, a cominciare dal cambiamento degli stili di vita e di una corretta alimentazione.
Il centro svolge anche un’importante attività di ricerca e di studi epidemiologici sulla sindrome dell’Occhio Secco che ad oggi in Italia sono carenti se non inesistenti.
Per questo motivo sarà presto attivato il Registro Italiano Occhio Secco, la prima iniziativa a livello nazionale di raccolta dati per studiare questa sindrome.
L’attività di diagnostica del CIOS si basa su esami specifici, tra cui:

  • Biomicroscopia digitalizzata
  • Meibografia
  • Test di qualità e quantità del film lacrimale
  • Test di osmolarità
  • Test dell’infiammazione

L’attività terapeutica si avvale di una tecnologia d’avanguardia, tra cui:

  • Probing e rigenerazione ghiandole lacrimali palpebrali
  • Lipiflow
  • Luce pulsata (IPL) e la nuova IRPL (Intense Regulated Pulsed Light).
  • Radiofrequenze
  • Occlusione Temporanea o definitive dei puntini lacrimali
  • Studio del Microclima
  • Consulenza dietetica ed abitudinale
  • Joint Surgery: approcci chirurgici combinati (otorino e plastici)

Il CIOS è diretto dal professor Luigi Marino, con la supervisione del dottor Lucio Buratto, direttore scientifico di CAMO – Centro Ambrosiano Oftalmico di Milano.

Per maggiori informazioni:
www.centroitalianoocchiosecco.it
info@centroitalianoocchiosecco.it
tel. 02 6361 1970