Disturbi oculari in bambini con microcefalia associata ad infezione congenita da presunto Zika virus

430
Zika

Il virus Zika (ZIKV), da qualche tempo balzato agli onori della cronaca, ha velocemente raggiunto proporzioni epidemiche, soprattutto nel nord-est del Brasile, diffondendosi in maniera estremamente rapida anche in altre zone del continente americano. Un recente aumento della prevalenza di microcefalia nei neonati e del pericolo di perdita della vista in questi soggetti sembrerebbero associati proprio alla massiccia diffusione del virus.
L’obiettivo della ricerca è stato quello di elaborare i risultati provenienti da indagini oculari condotte sui bambini con microcefalia associata ad una presunta infezione intrauterina da ZIKV a Salvador, in Brasile. Lo studio, condotto tra il 1 dicembre e il 21 Dicembre 2015, ha incluso 29 bambini affetti da microcefalia (circonferenza cefalica ≤ 32 cm) a cui è stata diagnosticata la presenza congenita del virus Zika.
I neonati e le madri partecipanti allo studio sono stati sottoposti a esami sistemici e oftalmici nel periodo di tempo indicato presso l’ospedale generale Roberto Santos di Salvador. Sono state documentate anomalie del nervo ottico, nel segmento anteriore, della retina e del coroide mediante l’utilizzo di un sistema di imaging digitale ad ampio campo. La diagnosi differenziale ha incluso inizialmente anche toxoplasmosi, rosolia, citomegalovirus, herpes simplex virus, sifilide e virus dell’immunodeficienza, successivamente esclusi attraverso esami sierologici e clinici.
Ventitre madri delle 29 considerate ai fini dell’indagine (79,3 %) hanno riportato presunti segni di infezione da ZIKV con sintomatologia durante la gravidanza, in particolare 18 nel primo trimestre, 4 nel secondo trimestre e 1 nel terzo trimestre. Nei 29 neonati presi in esame (58 occhi), insistevano anomalie e disturbi in 17 occhi (29,3 %) di 10 bambini (34,5%). La correlazione tra virus e patologie oculari è stata riscontrata in 7 pazienti su 10 che presentavano lesioni oculari.
Le lesioni oculari più comunemente riscontrate tra i bambini sono state la presenza di pigmentazione focale nella retina e atrofia corioretinica in 11 dei 17 occhi con anomalie visive, pari al 64,7%, seguite da anomalie del nervo ottico in 8 occhi (47,1%), coloboma bilaterale dell’iride in 1 paziente (2 occhi; 11,8%), e la lussazione della lente in 1 occhio (5,9%).
Fonte

JAMA Ophthalmology
February 2016
Ocular Findings in Infants With Microcephaly Associated With Presumed Zika Virus Congenital Infection in Salvador, Brazil
Bruno de Paula Freitas, João Rafael de Oliveira Dias, Juliana Prazeres, Gielson Almeida Sacramento, Albert Icksang Ko, Maurício Maia, Rubens Belfort Jr.

Vincenzo Marra