Perimetria e True Color Imaging in un unico strumento

1253
Perimetria e True Color Imaging

CenterVue, forte della sua competenza nel campo della microperimetria e dell’imaging, ha sviluppato Compass, il primo fundus perimeter che, combinando la misura del campo visivo con una tecnologia di imaging confocale true color del fondo della retina, può effettuare i test 30-2, 24-2, 10-2 o custom, utilizzando gli stessi parametri della perimetria convenzionale. Compass è il primo perimetro provvisto di tecnologia confocale a colori (non pseudo- colori). Utilizza una sorgente di luce bianca a scansione confocale per acquisire un’immagine true color dei 60° centrali della retina e una luce infrarossa per acquisire un’immagine live della retina. Grazie alla tecnologia confocale, Compass fornisce immagini ad alta risoluzione della testa del nervo ottico, eliminando la tendenza alla saturazione tipica dei retinografi non confocali e senza l’utilizzo di dilatazione farmacologica (pupilla minima 3 mm).

centervue_02

Uno dei principali vantaggi del Compass rispetto alla perimetria convenzionale è la presenza di un sistema di retinal tracking, che consente di seguire i movimenti dell’occhio e di compensare le perdite di fissazione, riposizionando gli stimoli luminosi sulla base della posizione corrente dell’occhio. Questo comporta una riduzione della variabilità test - retest e dunque una maggiore precisione nel follow-up e nella valutazione di progressione di malattia. Il report generato dal Compass comprende:

  • un’immagine true color della testa del nervo ottico;
  • un esame del campo visivo sovrapposto all’immagine della retina;
  • le mappe di deviazione rispetto al database normativo, corretto per l’età;
  • un’analisi della fissazione;
  • l’indice GSS2¹ di stadiazione del glaucoma.

Il report è confrontabile con quello generato da altri perimetri sul mercato, permettendo ai suoi utilizzatori abituali di conservare la loro metodologia di interpretazione del report e al contempo di ottenere integrazioni importanti per una diagnosi più corretta e approfondita della patologia. Le alte prestazioni della macchina si combinano con la sua semplicità di utilizzo: l’esame avviene in condizioni non midriatiche e prevede la possibilità di sospensione e ripresa in ogni momento per un maggiore comfort del paziente. Il test avviene in modalità interamente automatica e comprende: auto-allineamento, correzione automatica dell’errore refrattivo (sfera), autoesposizione, attivazione del retinal e pupil tracking ed esecuzione della perimetria, rendendo l’esame estremamente agevole per l’operatore. Il dispositivo è provvisto di interfaccia tablet di ultima generazione. Un importante passo in avanti per una valutazione clinica integrata degli aspetti strutturali e funzionali, aspetto fondamentale nella diagnosi e monitoraggio del glaucoma².

Bibliografia

  1. Enhanced Glaucoma Staging System (GSS 2) for Classifying Functional Damage in Glaucoma. Paolo Brusini, MD and Stefano Filacorda, PhD. Journal of Glaucoma, Volume 15, Number 1, February 2006.
  2. Documento di Consenso Italiano: Diagnosi precoce e riduzione della progression nel Glaucoma ad angolo aperto. Paolo Brusini - Marco Centofanti - Marco Ciancaglini - Stefano Gandolfi - Michele Iester - Gianluca Manni - Giorgio Marchini - Enrico Martini - Andrea Perdicchi - Luciano Quaranta - Luca Rossetti - Gianluca Scuderi - Michele Vetrugno.

INFO
SIR Oftalmica s.r.l.

siroftalmica_logo

(distributore esclusivo per Liguria,Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta):